Cornetti salati

Print Friendly, PDF & Email

Ebbene si senza infornare non riesco a stare!!!Anche con 40 °C devo stare con le mani in pasta e visto che devo patire il caldo voglio sempre preparare qualcosa di davvero speciale.Come in questo caso!Cornetti salati.Davvero speciali , la crosta esterna nasconde una mollica soffice e profumata, una golosità unica da farcire come più piace .Pensate che la ricetta l’ho scritta mentre li realizzavo e più mi rendevo conto di fare bene più mi veniva voglia di lavorare, sono quelle cose che ti fanno salire l’autostima e pensare che il giorno dopo ne vuoi fare una ancora più complessa, soprattutto per non deludere voi e darvi sempre nuovi spunti.Ho impastato a mano e devo dire che si lavorano che è una meraviglia.Perfetti al 100%

Tempi:

  • Difficoltà:media
  • Preparazione:40 minuti più tempo di lievitazione e riposo:circa 4 ore
  • Cottura:22 minuti a 185°C
  • dose per 10 pz.

 

Ingredienti:

  • 230 gr latte intero
  • 1 cubetto lievito di birra
  • 30 gr zucchero
  • 3 gr sale
  • 1 uovo
  • 260 gr farina Manitoba
  • 130 gr farina 00
  • 80 gr farina di farro
  • 50 gr burro morbido
  • 120 gr burro freddo per sfogliare

 

Preparazione:

  1. Nella ciotola versate il latte e lo zucchero ,mescolare per farlo sciogliere bene.
  2. Aggiungere il lievito ,l’uovo , il sale e miscelare il tutto con l’aiuto di una frusta .
  3. Setacciare le farine nella ciotola ed iniziare ad impastare facendo assorbire tutto il liquido,
  4. Una volta che la pasta inizia a compattarsi aggiungere il burro morbido a fiocchetti e lavorare energicamente sul piano da lavoro fino ad ottenere una pasta dalla consistenza morbida e setosa.Si staccherà facilmente senza lasciare tracce sul piano.
  5. Lasciar lievitare fino al raddoppio coperto da un canovaccio e al riparo da correnti di vento.
  6. Una volta raddoppiato il volume riprendere la pasta e stendere sul piano leggermente infarinato una quadrato di circa 35 cm di lato.
  7. Al centro distribuirvi il burro freddo da frigo tagliato a lamelle sottili come nella foto.
  8. Ripiegare verso il centro i 4 angoli esterni facendoli combaciare fra loro.
  9. Stendere la pasta ottenendo un rettangolo di 60 cm x 25 cm .
  10. Ripiegate verso il centro 1/3 della pasta come da foto e poi sovrapponetegli il terzo di pasta rimasta.Otterrete tre strati di impasto per cornetto sovrapposti.Avete fatto il primo giro a 3 pieghe.
  11. Avvolgete la pasta nel canovaccio pulito e ponetela in frigo per 20 minuti.Trascorsi i 20 minuti ripetete il giro a tre pieghe altre 2 volte intervallando sempre con il riposo in frigo di 20 minuti.
  12. Finiti i giri stendete la pasta in un rettangolo di 25 cm x 50 cm di lunghezza.con Il taglia pasta ricavate 10 triangoli di 5 cm di base e 25 cm di altezza.
  13. Incidete un tagli al centro della base di ogni cornetto di 3 cm.
  14. Allargate leggermente la base del cornetto e iniziate ad arrotolarlo su se stesso.
  15. Quando mancano 5 cm alla fine tirate la punta per allungarla quasi fino al raddoppio e completate la formazione del cornetto.
  16. Porli su teglie da forno rivestite di carta forno e protetti da pellicola per alimenti facendoli  lievitare fino al raddoppio.
  17. Pennellateli con tuorlo d’uovo sbattuto in poco latte , completate con semi di sesamo a piacere.
  18. Cuocere in forno già caldo con funzione termo ventilato a 185°C per 22 minuti.
  19. Servire freddi farciti con formaggi e verdure o salumi a piacere.Buon Appetito

La dose di lievito varia dal periodo dell’anno in cui li realizzate.In inverno vi consiglio di lasciarla invariata così da ottenere una perfetta riuscita.In estate o se avete una casa molto calda potete ridurre la quantità del 60 %.In questo modo il sapore risulta sempre perfetto e non ci sarà quella nota alcolica del lievito quando fermenta velocemente. La quantità ridotta di lievito permette di ottenere un prodotto più digeribile e che si conserva meglio.Se avete tempo in inverno potete ridurre ugualmente il lievito , certo i tempi si allungano ma ne guadagnate in sapore e digeribilità.

I passaggi più importanti

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*