Graffe classiche

Print Friendly, PDF & Email

A richiesta di una cara amica oggi propongo le classiche graffe napoletane.Si tratta di frittelle di pasta lievitata a forma di ciambella ,fritte e passate nello zucchero.Una vera delizia semplici, delicate ,soffici ed estremamente economiche.
Gli ingredienti sono pochi e tutti li abbiamo in casa.Sono la colazione perfetta per una mattinata in spiaggia o una merenda , semplici o ripiene accontentano il palato di piccoli e grandi.Come le ciliegie ,una tira l’altra.So che molti storceranno il naso pensando al fritto ma credetemi ,assorbono pochissimo olio e il fritto risulta leggero ed asciutto.Nessuna scusa per non farle o farle fare .

Tempi:

  • Difficoltà:facile
  • Preparazione:20 minuti più tempo di lievitazione
  • Cottura:2 minuti per lato
  • dose per 12 pz

 

Ingredienti:

  • 200 gr farina 00
  • 150 gr farina Manitoba
  • 25 gr zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina vanillina
  • 30 gr olio semi di mais
  • 120 gr latte
  • 80 gr acqua
  • 20 gr lievito di birra
  • zucchero semolato per glassare
  • olio di semi di arachidi per friggere

Preparazione:

  1. Setacciate tutte le polveri della ricetta in una ciotola e miscelatele aiutandovi con una frusta.
  2. Unite l’acqua al latte e scioglieteci il lievito di birra.
  3. Versate l’olio sulle farine miscelate.
  4. Aggiungete il liquido e iniziate ad impastare usando sempre la frusta.
  5. Quando la farina avrà assorbito il liquido lavorate energicamente con le mani la pasta sul piano da lavoro ottenendo una pasta liscia e setosa.
  6. Formate una palla con la pasta e ponetela nella ciotola coperta con un canovaccio a lievitare per circa 2 ore.
  7. Riprendete la pasta e sgonfiatela.Stendete una sfoglia spessa 1 cm.
  8. Con il tagliapasta da 8 cm  ricavate dei dischi di pasta ,con il tagliapasta da 3 cm fate un buco al centro di ogni disco ottenendo le graffe dalla classica forma a ciambella.
  9. Poggiatele su una teglia protetta da un canovaccio leggermente infarinato e copritele con la pellicola facendole lievitare fino al raddoppio, circa 40 minuti.
  10. Fate scaldare l’olio a fiamma moderata.
  11. Una volta caldo riducete il calore al minimo e delicatamente iniziate a friggere le graffe 2 o 3 per volta.
  12. Fate friggere prima un lato senza versare altro olio sulla parte rimasta in superficie.
  13. Quando il lato immerso nell’olio assume un colore dorato quasi ambrato potete rigirare la graffa per completare la cottura anche dall’altra parte.
  14. Colatele su carta assorbente e ancora belle calde passatele nello zucchero semolato.

La ricetta può essere rielaborata per chi è intollerante al lattosio sostituendo il latte con acqua, magari aumentando di 5/10 gr la quantità di olio di semi.Senza lattosio e uova è una proposta adatta a molti intolleranti.

I passaggi più importanti

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*