Raviolo fritto con ricotta e mandorle

Print Friendly, PDF & Email

Amo tantissimo i dolci e in queste settimane ne prepariamo noi tutti appassionati una grande quantit°.

Ma non si vive di solo dolce e siccome la pasticceria salata è un’altra mia grande passione mi sono cimentato in uno snack perfetto come aperitivo da servire durante i pranzi e le cene delle feste:Raviolo fritto con mandorle e ricotta.Una frittella davvero unica e buona nel suo genere.La bontà sta nella scelta di pochi ,semplici e ottimi ingredienti come la ricotta fresca di mucca, le mandorle pelate siciliane della Caputo. La particolarità sta che se li friggete avrete una frittella asciutta e fragrante per i vostri aperitivi ,mentre se la lessate avrete una stupenda pasta fresca ripiena degna di nota.Un sugo semplice di pomodoro e basilico ed il gioco è fatto.Non la trovate una bella idea!!!Io l’ho fatto  e in entrambe le versioni sono rimasto davvero soddisfatto soprattutto per quanto cambiando solo il metodo di cottura una pietanza cambi consistenza al palato e si adatti perfettamente.Naturalmente potete usare anche anacardi e nocciole ,magari di giffoni e sempre Caputo cosi avrete sempre un piatto nuovo e sfizioso .Ho già pronta la terza versione di questo raviolo voi cosa aspettate a provarlo?!

Tempi:

  • Difficoltà:facile
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:1 minuti
  • Dose per 15 pz

 

Ingredienti:

  • 200 gr farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo grande (circa 60 gr)
  • Latte q.b

Ingredienti per la farcia:

  • 200 gr ricotta di mucca molto asciutta
  • 80 gr mandorle tritate grossolanamente
  • 60 gr parmigiano grattugiato
  • 1 cucchiaino di olio extra vergine oliva
  • Paprica piccante
  • Pizzico di sale

Preparazione:

  1. In una ciotola di medie dimensioni setacciate la farina con il sale e apritevi un foro al centro in modo da formare una fontana. Rompere l’uovo al centro della fontana e con una forchetta iniziare a sbattere l’uovo facendo in modo che un po’ alla volta assorba la farina.
  2. Quando l’uovo avrà assorbito quasi tutta la farina aggiungete poco late mentre impastate fino ad ottenere una pasta morbida e asciutta. Ce ne vorranno circa 50 /60 gr.
  3. Alla fine della lavorazione la pasta dovrà avere la consistenza della pasta fresca all’uovo. Copritela con un canovaccio e fate riposare al riparo da calore e correnti per 30 minuti.
  4. Nel frattempo versate in una padellina antiaderente le mandorle tritate grossolanamente, l’olio, il pochissimo sale e 2/3 pizzichi di paprica piccante. Mescolate con cura e fate tostare a fuoco moderato. Non appena le mandorle iniziano a colorirsi togliete dal fuoco e fate raffreddare.
  5. In una ciotola piccola miscelate la ricotta setacciata con il parmigiano e aggiungete le mandorle ormai fredde.
  6. Riprendete la pasta e sul piano infarinato stendete una sfoglia sottile di forma rettangolare (questo vi renderà semplice la fase successiva) e dividetela in 2 parti uguali.
  7. Pennellate una metà con dell’acqua a temp. ambiente e distribuite mucchietti di ripieno grandi quanto una noce. Tutti ben distanziati fra loro.
  8. Sovrapponete la seconda sfoglia facendo aderire bene i bordi cosi che tutta l’aria fuoriesca e non si creino bolle che in cottura potrebbero rompersi facendo fuoriuscire la farcia.
  9. Con una taglia pasta circolare del diametro di 5 cm oppure l’apposito accessorio incidete la pasta ricavando così i vostri ravioli a cui toglierete i ritagli in eccesso.
  10. Rimpastate i ritagli e continuate a preparare i ravioli come detto sopra fino ad esaurimento degli ingredienti.
  11. Preparate una pentola alta e stretta con dell’olio di semi di girasole a riscaldare a fuoco moderato fino a quando sarà abbastanza caldo. Calateci 3 o 4 ravioli per volta rigirandoli con l’aiuto di una schiumarola per farli dorare uniformemente. Farli asciugare su carta assorbente e servire caldi.

Il raviolo può essere preparato come nella ricetta per un aperitivo sfizioso accompagnato da un buon prosecco o in alternativa lessato come si farebbe con la pasta fresca ripiena per 3 minuti e poi condito con un sugo di pomodoro fresco e basilico. Avrete cosi un delizioso primo piatto.

I passaggi più importanti

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*